Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Ecco i vincitori del concorso "About Women"

Contenuto in: 

Il concorso della mostra About Women è ufficialmente concluso e, finalmente, possiamo annunciarvi i vincitori:

PRIMO POSTO : Elisabetta Nari (5As)
SECONDO POSTO: Victor Riali (5Cs)
TERZO POSTO: Giada Perfetto (3As)
QUARTO POSTO: CECILIA RINAUDO (5BS)
QUINTO POSTO: GIADA FRANZON (5CS)
SCELTA DI KATIA MUNOZ: MARTINA SIRACUSA (5AS) 

vincitori concorso

Ognuno di loro ha impiegato cuore e anima nella creazione delle opere che ora verranno integrate ufficialmente nella mostra itinerante.

I primi tre vincitori ci hanno dedicato un po’ del loro tempo per una breve intervista: ci hanno raccontato la loro ispirazione, il significato delle opere, come piace loro lavorare e come hanno realizzato l’opera; rispondendo alle nostre domande si sono raccontati e ci hanno permesso di capire ancora più in profondità quello che volevano comunicare.

Ognuno di loro si è soffermato su un aspetto diverso della donna: Elisabetta ha costruito la sua opera su qualcosa di interiore: «Le donne vengono viste come un oggetto e noi per prime ci sentiamo in questo modo. Può sembrare banale, ma anche un semplice commento fuori luogo può lacerare profondamente la mente e l’anima di una donna. Ho fatto accovacciare la modella sul mobile davanti ad un orologio rotto: lei è diventata parte integrante di ciò che è privo di vita (il comodino) fermando il tempo; questo, a parer mio, è ciò che accade al corpo di una donna quando accumula atti di violenza su di sé», Victor sulla maternità: «Ho voluto trasmettere qualcosa che avesse a che fare con la maternità; entrambe le opere che ho realizzato hanno questo significato, una rappresenta la gravidanza e l’altra l’infanzia, il ruolo materno della donna e le sensazioni legate all’innocenza della pura giovinezza», mentre Giada sul corpo della donna: «Ho voluto rappresentare un corpo femminile visto di lato evidenziando le smagliature che sono viste dalla società come qualcosa di cui vergognarsi; ma che sono più che naturali e presenti in tutti i corpi femminili, sicuramente non qualcosa da nascondere. Sul fianco della ragazza ho scritto “love yourself” perché non possiamo piacere a tutti, ma possiamo amare noi stessi».

Come tutti sappiamo gli artisti hanno un modo personale di approcciarsi all’arte, Elisabetta ci ha raccontato della sua spontaneità, dell’importanza che ha per lei creare un legame con le persone che fotografa e del divertimento che prova quando scatta: «Ho bisogno di sentirmi in risonanza con chi posa, altrimenti sento di star facendo un lavoro a metà. E’ stato comico spostare il comodino in salone e fotografare Giulia (la modella) in posti impensabili, ma ha reso il tutto molto più piacevole. Ho sentito Giulia molto complice e non la ringrazierò mai abbastanza per questo piccolo traguardo raggiunto»; a Victor piace usare gli effetti di luce: «Mi piace proiettare ombre e usare lampade filtrate con pannelli di vetro colorato, usare lenti che distorcono l’immagine e prismi. Mi piace giocare con l’effetto visivo. Ho preso una sagoma di cartone della bambina e l’ho proiettata contro un muro con un faro, ho usato un pannello blu per dare un effetto colorato», infine Giada lavora di getto in compagnia della musica: «La musica di sottofondo mi teneva compagnia e mi faceva sentire a mio agio. Volevo che la mia opera e il suo significato si notassero, per questo ho usato la massima misura disponibile e ho scelto colori molto accesi: il giallo e il fucsia; le smagliature le ho disegnate in modo che ricordassero la natura per sottolineare il loro essere naturali».

Dopo avervi presentato i tre ragazzi non possiamo far altro che aspettare di rivedere le loro opere quando avremo di nuovo occasione di ospitare la mostra; per ora ci congratuliamo con i vincitori augurando loro un futuro pieno di arte!

GIORGIA GIAI VIA E FATIMA DAAIMECHE (4AS)

Condividi questo contenuto con i tuoi amici :)

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.CMS Drupal ver.7.82 del 21/07/2021 agg.27/07/2021



Info e Contatti

Liceo Scientifico, Linguistico, Scienze Umane
"Charles Darwin"
Viale Giovanni Papa XXIII, 25 - Rivoli (TO)
Tel. 011 958 67 56 -  Fax 011 958 92 70

 

Liceo Scienze Umane
"Vito Scafidi" (sede distaccata)
Via San Giorgio snc - Sangano (TO) -
Tel.0119087184

 

Posta elettronica: darwin@liceodarwin.rivoli.to.it | TOPS10000T@istruzione.it | Codice Fiscale: 86009890012 | Codice univoco: UF2XJ8